Palazzo Garofoli (sec. XVIII)


Palazzo GarofoliIl Palazzo Garofoli, Residenza dei nobili Garofoli, fu lasciato in eredità da Giustina, ultima della famiglia, nel 1603 a Guglielmo Guidobono-Cavalchini, che da quel momento assunse il nome di Boniforte Garofoli. La forma attuale risale all'intervento dell'architetto Carlo Riccardi verso il 1770.
Il palazzo ospitò molte personalità tra cui Napoleone nel 1796 e papa Pio VII nel 1814. Sul portale è collocato lo stemma lapideo dei Garofoli.
  • Condividi:
  • Twitter
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • OKNotizie

CERCA



I NOSTRI SOCIAL