Nuove norme sull'autocertificazione

 

Avviso


Dal 1° gennaio 2012 i certificati anagrafici hanno cessato di validità, almeno per quanto riguarda gli atti e le procedure inerenti le pubbliche amministrazioni.

Dal 1° gennaio pertanto tutti i cittadini che devono attestare la propria condizione anagrafica o di stato civile (nascita, stato di famiglia, cittadinanza etc.) devono obbligatoriamente avvalersi dell'autocertificazione e tutte le amministrazioni pubbliche sono obbligate ad accettarle, salvo poi disporre delle facoltà di verifica previste dalla legge.
Conseguentemente dalla stessa data le amministrazioni pubbliche non possono più esigere i certificati anagrafici.


L'autocertificazione diventa quindi a tutti gli effetti un obbligo e non una mera facoltà discrezionale.

Le certificazioni rilasciate dagli uffici anagrafici comunali sono tutte soggette all'imposta di bollo e possono ancora essere richieste esclusivamente nell'ambito dei rapporti con soggetti privati (banche, imprese, assicurazioni, società sportive, etc.) ma anche in questi casi è possibile far valere l'autocertificazione, previo consenso del soggetto privato richiedente.
  • Condividi:
  • Twitter
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • OKNotizie

CERCA



I NOSTRI SOCIAL