05/10/18 - Misure di risanamento della qualità dell'aria nel bacino padano - Stagione invernale 2018/2019

 
5 novembre 2018
 

Comunicato Stampa

 

Misure di risanamento della qualità dell'aria nel bacino padano – Stagione invernale 2018/2019

 

Nell'ambito dell'Accordo di programma per l'adozione, coordinata e congiunta, di misure finalizzate al miglioramento della qualità dell'aria nell'area del bacino padano, la Regione Piemonte ha introdotto, a partire dalla stagione invernale 2018/2019,  ulteriori limitazioni strutturali, finalizzate alla riduzione dell'immissione di inquinanti in atmosfera.
L'Amministrazione Comunale di Tortona ha pertanto provveduto ad integrare e modificare le precedenti ordinanze n. 15 del 29/01/2018, n. 16 del 30/01/2018 e n. 2018 del 26/09/2018, con le nuove disposizioni regionali.
In particolare, con ordinanza Sindacale n. 245 del 05/11/2018 si è provveduto ad introdurre quali limitazioni strutturali:

  • l'obbligo di certificazione del materiale utilizzato per la combustione nei generatori di calore a pellet, conforme alla norma UNI EN ISO 17225-2;
  • il divieto di combustione all'aperto dal 1 ottobre di ogni anno fino al 31 marzo del successivo, salvo poche esenzioni dettagliatamente contenute nell'ordinanza;
  • divieto di nuova istallazione di generatori di calore con prestazioni emissive inferiori a "tre stelle" a far data dall'entrata in vigore dell'ordinanza.


Restano confermate le limitazioni temporanee di carattere emergenziale, da attuarsi a seconda del livello di allerta stabilito dal cruscotto regionale, in relazione ai giorni consecutivi di superamento del valore limite di concentrazione di PM10, sulla base delle verifiche che vengono effettuate nelle giornate di lunedì e giovedì, ovvero:

  • nel caso di semaforo "Arancio"  (attivato dopo 4 giornate consecutive di superamento): divieto di utilizzo di generatori di calore domestici a biomassa legnosa in presenza di impianto di riscaldamento alternativo per impianti che non rispettino la classificazione ambientale 3 stelle, divieto assoluto di qualsiasi combustione all'aperto; introduzione del limite di 19°, con tolleranza di 2°, per le temperature medie nelle abitazioni, negli spazi ed esercizi commerciali, negli edifici pubblici, fatta eccezione per le strutture sanitarie; divieto di spandimento di liquami, digestati e loro frazioni chiarificate, salvo apposite deroghe per determinate tecniche di spandimento elencate nell'ordinanza stessa
  • nel caso di semaforo "Rosso" ( attivato dopo 10 giorni consecutivi di superamento dei limiti), in aggiunta alle limitazioni previste per l'allerta di I° livello, è stabilito il divieto assoluto  di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa, in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, aventi prestazioni energetiche ed emissive che rispettino la classe 4 stelle.

Con Ordinanza Sindacale n. 246 del 05.11.2019  si è provveduto ad introdurre ulteriori limitazioni strutturali che prevedono specifici divieti di circolazione per autovetture, veicoli commerciali, ciclomotori e motocicli a seconda della tipologia di omologazione, ovvero: divieto di circolazione dalle ore 00.00 alle ore 24.00 di tutti i veicoli adibiti al trasporto di persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre al conducente (categoria M1) e per tutti i veicoli adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) con omologazione inferiore all'Euro 1; divieto di circolazione veicolare dalle ore 8.30 alle ore 18.30 nei giorni feriali dal lunedì al venerdì per le stesse tipologie con omologazione uguale ad Euro 1 ed Euro 2 e per gli Euro 3 limitatamente al periodo invernale (1 ottobre- 31 marzo) alimentati con motore diesel; divieto di circolazione veicolare dalle ore 0.00 alle ore 24.00 nel solo periodo invernale (01 ottobre -31 marzo) di tutti i ciclomotori e motocicli adibiti al trasporto di persone o merci con omologazione inferiore ad Euro 1; ribadito il divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso.

Anche per le limitazioni di carattere viabilistico, restano vigenti le misure emergenziali da adottarsi a seconda del livello di allerta attivato a livello regionale, ovvero:

  • in caso di semaforo Arancio: divieto di circolazione veicolare dalle ore 8.30 alle ore 18.30 dei veicoli adibiti al trasporto di persone aventi al massimo 8 posti a sedere oltre al conducente (categoria M1) dotati di motore diesel con omologaizone uguale a Euro 4; divieto di circolazione veicolare dalle ore 8.30 alle ore 12.30 il sabato e nei giorni festivi dei veicoli adibiti al trasporto merci (categorie N1, N2, N.3) dotati di motore diesel con omologazione uguale a Euro 1, 2 e 3;
  • in caso di semaforo Rosso: oltre alle limitazini previste per il semaforo Arancio, divieto di circolazione veicolare dei veicoli commerciali (categoria N1,N2,N3) con omologazione uguale a Euro 1,2 e 3  dotati di  motore diesel, dalle ore 8,30 alle ore 18.30, il sabato e nei giorni festivi, e con omologazione uguale a Euro 4  dotati di motore diesel dalle ore 8.30 alle ore 12.30 tutti i giorni.

Il territorio interessato dalle limitazioni alla circolazione veicolare è limitato al centro abitato, restano escluse le frazioni e i nuclei abitati non serviti da trasporto pubblico locale.
 
Le Ordinanze Sindacali prevedono particolari esenzioni e deroghe, che possono essere consultate dettagliatamente dai cittadini sul sito istituzionale dell'Ente all'indirizzo www. comune.tortona.al.it
 
Sempre sul sito istituzionale del Comune di Tortona, oltre che sul sito della regione Piemonte (www.regione.piemonte.it), dell'ARPA Piemonte (www.arpa.piemonte.gov.it) e dell'accordo padano (www.l15.regione.lombardia.it/#/protocollo-aria/map/list) è possibile consultare l'indicazione del livello di allerta, con conseguente attivazione dei provvedimenti emergenziali validi nel periodo invernale dal 1/10/2018 al 31/03/2019.

"Ci rendiamo conto dei possibili disagi per i non pochi cittadini che possiedono veicoli rientranti nelle categorie indicate - dichiara l’Assessore Lorenzo Bianchi - tuttavia non possiamo e non vogliamo esimerci dal rispettare la normativa di tutela ambientale che riguarda l’interesse della collettività".

  • Condividi:
  • Twitter
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • OKNotizie

CERCA


AVVISI PUBBLICI


I NOSTRI SOCIAL